UFASHONLogo

Haute Couture Paris SS 2017, Ulyana Sergeenko

La giovane couturier Ulyana Sergeenko, bellissima e dotata di una volontà ferrea che l’ha portata in pochi anni dal ruolo di socialite a quello di creatrice di moda, torna a Parigi con una collezione haute couture spring/summer 2017 in cui il gotico-russo fa un tuffo nell'avantgarde e nella sperimentazione per dare al mondo un'immagine di sé del tutto rinnovata e contemporanea.

Le babushke russe, con i loro abiti dai volumi importanti e i capispalla magistralmente costruiti, sono le protagoniste di questa collezione iconica e vivace che permette alla couturier di omaggiare la sua terra mostrando al mondo quanto si è evoluta ed è cambiata in questi anni.

I suoi abiti sembrano voler proprio raccontare la storia di questa evoluzione e, partendo dalla tradizione, spaziare poi nel mondo occidentale, il che non significa rinnegare o perdere i propri connotati stilistici che tanto piacciono in Russia alle sue ricche clienti, quanto piuttosto pescare a piene mani da un'altra tradizione in modo da arricchire la propria e renderla così più fresca, innovativa e accattivante. La Grande Madre Russia, quindi, rivive in tutto il suo splendore, ma con una nuova veste che piacerà anche alle sempre più numerosi clienti occidentali di una stilista che ama le donne e vuole renderle bellissime con i suoi abiti che posseggono un'allure quasi aristocratica.

  

Mood: Business woman e femminilità da fiaba
Lunghezze: abiti e gonne al ginocchio; abiti lunghi da sera con strascico
Ampiezze: volumi comfy
Colori: nero, marrone, rosa cipria, blue zaffiro, oro, verde, rosso
Tessuti: taffettas, raso, seta, organza, pizzo, plumage

 

Haute Couture Paris SS 2017, Ulyana Sergeenko 

 

The beautiful and young russian couturier Ulyana Sergeenko has ambition and an iron that will help her in a few years to change her life, from socialite to fashion designer. Now, back in Paris, launches a hauete couture spring/summer collection 2017 where the Gothic-Russian makes a splash in the avantgarde and experimentation to give to the world an image of itself entirely renewed and contemporary.

The russian  babushka, with her dresses with wide volumes and outwera like jacket masterfully realized, are the protagonists of this iconic and brilliant collection that allows the couturier to pay homage to her land showing to the world how much has evolved and changed over these years.

Her creations seem to want to just tell the story of this evolution and, departing from tradition, space then in the Western world, without denying her stylistic connotations that much like in Russia at her rich clients, but fishing from another tradition in order to enrich her culture to make it more universal and interesting also for european and american clients.

So, the Great Mother Russia life in all its glory, but with a new appeal thanks the talents of a designer who really loves women and wants to make them beautiful with her clothes often characterized by an aristocratic allure.

 

Mood: business woman and fairy femininity
Lenght: ankle dress; ankle skirt; long evening dress with trail
Breadth: comfy volumes
Colors: black, brown, pink powder, sapphire blue, gold, green, red
Fabrics: taffettas, satin, silk, organza, lace, plumage

Share :